Sangria

La “Sangria” è una bevanda alcolica gradevolissima di origine Spagnola, le versioni sono tante io la preparo in modo molto semplice…così come l’ho bevuta e gustata a Madrid, l’ideale sarebbe poter usare il vino Rioja, ma vi  garantisco che con il nostro Cirò Rosso (Calabria) si realizza una buonissima Sangria!

SANGRIA

 

Ingredienti per 8 persone:

1 litro di vino rosso corposo e intenso (io Cirò Rosso)

2 arance 

1 limone

2 mele

2 pesche gialle

100 gr di zucchero

3/4 chiodi di garofano

3 stecche di cannella

una manciata di mirtilli

1/2 l  di gazzosa 

Preparazione:

Puliamo la frutta e tagliamola a cubetti, spremiamo una delle due arance e il limone e versiamo il succo in una brocca di vetro, uniamo anche il vino e  lo zucchero mescoliamo il tutto, uniamo ora la frutta e l’altra arancia tagliate e fette le stecche di cannella e i chiodi di garofano, lasciamo la brocca a temperatura ambiente  per 1 ora coperta con della pellicola, la  frutta sprigionerà i suoi profumi e i suoi sapori e al momento di servirla, dopo almeno 3 ore aggiungiamo la gossosa e se vogliamo anche dei cubetti di ghiaccio.

Si può anche aggiungere un bicchierino di cognac, a me piace senza o con un goccio di rum.

La frutta che abbiamo utilizzato per la Sangria possiamo gustarla preparando degli spiedini da servire a fine pasto.

 

FotorCreated

Annunci

Torcetti al burro (con esubero di lievito madre)

Preparare i “Torcetti” è stato più facile di quanto pensassi…il lievito madre ha reso questi dolcetti di origine piemontese morbidi dentro, croccanti fuori e molto profumati, da gustare accompagnati da un vino dolce come il passito o un ottimo spumante!

Torcetti - Copia

 

Ingredienti per circa 30 torcetti:

500 gr di farina 00

150 gr di esubero di lm (o 10/12 gr di lievito di birra)

200 gr di burro di ottima qualità ammorbidito

1 pizzico di sale

300/350 ml di acqua

zucchero semolato q.b.

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria munita di gancio impastatore versiamo il lievito sciolto in poca acqua e lavoriamo a bassa velocità, man mano aggiungiamo la farina e il sale, aumentiamo la velocità e aggiungiamo il burro spezzettato e l’acqua sempre un pò alla volta, così possiamo regolarci quanta ne occorre, lavoriamo il tutto per 10/15 minuti fino a quando non avremo un composto sodo e omogeneo. Formiamo una palla e lasciamola lievitare per circa due ore coperta con un canovaccio da cucina, nella stagione invernale ci vorrà un pò  più, trascorso il tempo prendiamo l’impasto con le mani infarinate e formiamo dei bastoncini dello spessore di mezzo centimetro e lunghi 1o cm ( ci vorrà della farina anche sulla spianatoia) e dai bastoncini ricaviamo degli anelli, chiudiamoli a cerchio e passiamoli nello zucchero semolato. Rivestiamo di carta forno una teglia e disponiamo i nostri torcetti uno accanto all’altro, forno a 200° per 20/25 minuti fino alla doratura.

Si possono preparare anche senza la planetaria.

FotorCreated

 FotorCreated3

Ciambelline di patate e vaniglia di Daniele Persegani

Un vassoio di ciambelle zuccherate al profumo di vaniglia rende fantastico un pomeriggio sul terrazzo con le amiche, la ricetta è del grande Daniele Persegani, bravissimo Chef, io ho quasi tutti i suoi libri e da uno di questi ho preso la ricette delle ciambelline, provatele!

Ciambelline1

Ingredienti:

100 gr di farina 

200 gr di farina manitoba

250 gr di patate lessate

2 uova

50 gr di zucchero semolato + quello per spolverizzare

50 gr di burro

1 bacca di vaniglia

1/2 cubetto di lievito di birra

la buccia di 1/2 limone

olio di semi di arachidi

Preparazione:

Lessiamo le patate e sbucciamole, schiacciamole con lo schiacciapatate , facciamo la classica fontana con le farine e al centro uniamo , le patate, le uova, lo zucchero, il burro e il lievito, profumiamo con la bacca di vaniglia e la buccia del limone grattugiato

IMG_9105

amalgamiamo il tutto accuratamente, fino ad ottenere un impasto sodo e omogeneo.

IMG_9107

Formiamo prima dei bastoncini e poi delle ciambelline

IMG_9109

disponiamole su una teglia rivestita di carta forno e lasciamole lievitare, ci vorranno un paio di ore

IMG_9110

IMG_9111

In una pentola capiente scaldiamo l’olio, tuffiamo le ciambelle e friggiamole, quando saranno dorate da ambo i lati scoliamole con un mestolo forato e asciughiamole su della carta da cucina. Spolverizziamole con lo zucchero semolato e Buon pomeriggio con le amiche!

IMG_9117

La preparazione prevedeva anche la buccia del mandarino grattugiato, ma fuori stagione non mi è stato possibile trovarla.

Polpette di alici con pesto e zenzero

Lo zenzero fresco e il pesto appena preparato conferiscono alle comunissime polpette di alici un gusto fresco e estivo, servite come antipasto per un pranzo a base di pesce sono l’ideale, ma ottime anche come secondo piatto accompagnate da una insalata di rucola fresca o da pomodori di stagione!

Polpette di alici

Ingredienti:

500 gr di alici

200 gr di mollica di pane ammollata

1 uovo

pangrattato q.b.

80 gr di parmigiano

1 aglio

prezzemolo tritato q.b.

1 cucchiaino zenzero grattugiato fresco

1 cucchiaio di pesto

sale e pepe q.b.

olio di semi di arachidi per friggere

Preparazione:

La ricetta per il pesto la trovi:

QUI

Puliamo le alici, sfilettiamole e facciamole  sgocciolare in uno scolapasta, nel frattempo mettiamo a bagno il pane e quando sarà ammollato strizziamolo bene e poniamolo in una ciotola insieme alle alici, uniamo l’uovo, il parmigiano, l’aglio sminuzzato, il prezzemolo tritato e regoliamo di sale e pepe, se l’impasto dovesse risultare troppo morbido aggiungiamo qualche cucchiaiata di pangrattato,  amalgamiamo il tutto come facciamo per le comuni polpette, quando gli ingredienti saranno ben amalgamati uniamo lo zenzero grattugiato e il cucchiaio di pesto,mescoliamo di nuovo il tutto e formiamo le polpettine della grandezza che desideriamo. Friggiamole in abbondante olio e adagiamole su della carta da cucina a perdere l olio in eccesso.

PicMonkey Collage1

PicMonkey Collage2

Polpette di alici

Sorbetto al limone e menta (senza gelatiera)

Un dessert fresco,  profumato e cremoso da gustare tra una portata e l ‘altra se abbiamo un pranzo importante o da assaporare in qualsiasi momento  della giornata, si realizza in pochi minuti con pochissimi ingredienti!

Foto sorbetto

Ingredienti:

3 limoni grandi (se non trattati meglio)

125 gr di zucchero

250 ml di acqua

1 albume (facolativo)

foglioline di menta q.b.

Preparazione:

Prendiamo uno dei limoni e tagliamone la buccia sottilmente, attenzione alla parte bianca, renderebbe amaro il nostro sorbetto, in un pentolino facciamo bollire per circa dieci minuti le bucce  tagliate a striscioline con lo zucchero e l’acqua, mescoliamo per bene, trascorso il tempo spegniamo e lasciamo raffreddare, spremiamo i rimanenti limoni e uniamoli allo sciroppo di zucchero. Una volta freddo togliamo le scorze e  uniamo le foglioline di menta tagliuzzate, trasferiamo il liquido in un contenitore con coperchio e mettiamolo a congelare nel freezer per 5/6 ore. Prima di servirlo montiamo l’ albume a neve ben ferma e aggiungiamolo al sorbetto, mescoliamo  e rimettiamolo nel freezer ancora per 1 ora, serviamolo con del limone a spicchi e delle foglioline di menta.

Collage sorbetto

Torta rustica con peperoni e patate (con lievito madre)

I peperoni e patate rappresentano il nostro classico contorno Calabrese, semplicissimi da preparare si accompagnano a secondi piatti di carne o per farcire torte rustiche o del buon pane !

https://unaricciaincucinablog.wordpress.com/2015/07/27/peperoni-e-patate-pipi-e-patate/

peproni1

 

Ingredienti:

Per la base:

500 gr di farina di semola

50 gr di lievito madre rinfrescato (anche l’esubero va benissimo)

300 ml di acqua

2 cucchiaini di sale

1 cucchiaino di zucchero

2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Per il ripieno:

1 peperone giallo

1 peperone rosso

1 peperone verde

800 gr di patate

olio extra vergine di oliva

sale q.b.

Preparazione:

Sciogliamo il lievito nell’acqua uniamo lo zucchero e versiamolo nella ciotola della planetaria munita di gancio, lavoriamo a bassa velocità, man mano versiamo la farina e l’olio e aumentiamo la velocità, uniamo anche il sale sciolto in un pò di acqua, lavoriamo fino ad avere un impasto elastico. Formiamo una palla poniamola in una ciotola oleata e lasciamola lievitare tutta la notte in frigo coperta con della pellicola. La mattina successiva tiriamola fuori e lasciamola lievitare ancora 4/5 ore.

Nel frattempo tagliamo a fette i peperoni e le patate a rondelle  teniamole in acqua per non farle diventare nere ,in una larga padella versiamo abbondante olio di oliva e cominciamo a cuocere i peperoni ,dopo qualche minuto aggiungiamo anche le patate sgocciolate, saliamo e mescoliamo il tutto, lasciamo cuocere a fuoco basso almeno 30 minuti, il segreto è farli cuocere in tanto olio a fuoco moderato senza aggiungere acqua.

Quando la pasta sarà ben lievitata dividiamola in due e stendiamole due dischi con le mani o il matterello,  ungiamo una tortiera di ceramica e stendiamo il primo disco di pasta copriamo con i peperoni e patate e chiudiamo con l’altro disco creando attorno un bordo, poi con i rebbi della forchetta bucherelliamola e stendiamo con le mani un velo di olio extravergine, forno a 180° per 30 minuti fino a quando non si sarà formata la crosticina dorata.

collage pizza rustica

Tarallini al vino bianco e finocchietto (con lievito madre)

Quando si dice “Tarallucci e vino”…buonissimi e da gustare in ogni momento, il top è intingerli nel vino come aperitivo…la ricetta è della grande Sara Papa che io seguo da sempre!

Taralli1

Ingredienti per circa 18 tarallini:

500 gr di farina
150 gr di lievito madre
o 12 gr di lievito di birra
100 gr di olio extra vergine di oliva
1 uovo
150 ml di vino bianco secco
7 gr di sale
30 gr di semi di finocchio

Preparazione:

Versiamo la farina sulla spianatoia e al centro inseriamo tutti gli ingredienti, il lievito madre rinfrescato e sciolto con il vino, l’olio, l’uovo, il sale e i semi di finocchio. Impastiamo il tutto e lavoriamolo fino a quando non risulterà elastico, mettiamolo a riposare in una ciotola coperto da un telo inumidito e lasciamo lievitare fino la sera, o tutta la notte dovrà raddoppiare di volume. Trascorso il tempo, impastiamolo di nuovo brevemente e ricaviamo dei pezzi con i quali formeremo dei bastoncini delle dimensioni di un dito, formiamo i tarallucci attorcigliandoli su se stessi e sigilliamo bene, facciamo lievitare ancora 30 minuti e nel frattempo mettiamo sul fuoco un pentolino con acqua,quando bollirà cuociamo i taralli poco alla volta preleviamoli e quando verranno a galla adagiamoli su di un canovaccio e facciamoli asciugare. Rivestiamo di carta forno una teglia e posizioniamo i tarallucci, forno a 180/200 fino alla doratura, ci vorranno almeno 30 minuti, a seconda comunque del forno.

Collage taralli

2 collage

Taralli1 (1)

Insalata di melone con speck e bocconcini di bufala

Fresca e profumatissima l’insalata di melone è l’ideale da portare in tavola in queste giornate torride, frutto estivo per eccellenza goloso e ricco di vitamine!

insalata1

Ingredienti per 4 persone:

1 melone cantalupo o retato

1 confezione di mozzarelline di bufala

2 mazzetti di rucola

200 gr di speck

olio extra vergine di olia

1 lime

sale e pepe q.b.

Preparazione:

Puliamo il melone, togliamo i semi e tutti i filamenti e tagliamolo a fettine sottilissime disponendolo già nel piatto di presentazione come più ci piace, puliamo anche la rucola e teniamola da parte, prepariamo una emulsione con l’olio extra vergine di oliva , con il succo del lime ,il sale e il pepe e con una frusta misceliamo fino a quando non sarà ben emulsionato, uniamo la rucola e le mozzarelline e irroriamo il tutto con l’emulsione preparata, pepiamo generosamente.

IMG_9066

Gnocchi di patate con farina di semola

Ecco mia ricetta per preparare gli gnocchi con la farina di semola, sono buonissimi e si gustano con qualsiasi condimento, ragù di carne, un buon sugo con la salsiccia fresca, formaggi, pesto e naturalmente il pesce…a tal proposito vi suggerisco questa mia ottima ricetta:

https://unaricciaincucinablog.wordpress.com/2015/02/04/gnocchi-con-scampetti-allo-zafferano/

Gnocchi1

Ingredienti per 4/5 persone:

1 kg di patate ( a pasta rossa o gialla)

farina di semola q.b. 

( in genere per 1 kg di patate ne occorrono circa 500 gr.)

Preparazione:

Lessiamo le patate e quando saranno tenere peliamole ancora calde

IMG_8971

e passiamole allo schiacciapatate

IMG_8972

versiamole direttamente sulla spianatoia e versiamo attorno man man anche la farina. così ci regoliamo di quanta ne abbiamo bisogno, impastiamo fino ad avere un impasto molto compatto

IMG_8973

IMG_8974

formiamo dei cordoni infariniamoli e con l’aiuto del tarocco ricaviamo tanti piccoli pezzi, infariniamoli e righiamoli sull’apposito attrezzo degli gnocchi, infariniamoli ancora così durante la cottura non attaccheranno.

Man mano sistemiamoli su lla spianatoia infarinata pronti per la cottura.

IMG_8976

Collage gnocchi

Crostata di fragole con crema pasticcera allo zenzero

La stagione delle fragole è ormai arrivata e allora dilettiamoci con tante preparazioni…questa è la crostata classica alle fragole, l’unica nota diversa è la crema pasticcera allo zenzero fresca e profumata!

1 crostata (1)

Ingredienti:

Per la frolla:

350 gr di farina
3 tuorli
150 gr di zucchero semolato
150 gr di burro (io Beppino Occelli)
2 cucchiaini di lievito (facoltativo)
solo se vogliamo una frolla più morbida
1 limone buccia grattugiata
1 confezione di fragole
foglioline di menta per decorare
gelatina (io ho usato la gelatina spray)

Preparazione:

Versiamo la farina sulla spianatoia formiamo un buco e al centro spezzettiamo il burro freddo, aggiungiamo le uova, lo zucchero, il limone e il pizzico di sale e cominciamo ad impastare velocemente il tutto fino a quando non vediamo gli ingredienti ben amalgamati. Formiamo ora una palla e avvolgiamola nella pellicola ,facciamola riposare per almeno mezz’ora in frigo.
Trascorso il tempo stendiamo la pasta frolla in uno stampo da 24 cm di diametro e bucherelliamola con i rebbi di una forchetta, riempiamola con dei fagioli secchi e inforniamola a 180° per mezz’ora, a seconda del forno.

Affettiamo le fragole e copriamole con 1 cucchiaio di zucchero e qualche goccia di limone.

Per la crema:

½ litro di latte
150 gr di zucchero
4 tuorli
50 gr di farina
30 gr di zenzero fresco grattugiato

In pentolino facciamo bollire il latte con lo zenzero, nel frattempo in una ciotola montiamo le uova con lo zucchero fino a renderli cremosi, versiamo poco per volta la farina setacciata e infine il latte (togliamo lo zenzero) e mescoliamo energicamente con una frusta, trasferiamo il tutto nella pentola dove abbiamo bollito il latte e mettiamola sul fuoco a fiamma moderata, continuiamo a mescolare fino a quando la crema non sarà pronta. Facciamola raffreddare e per evitare che si formi la pellicina sopra copriamola della pellicola fino al momento dell’utilizzo.
Quando la frolla sarà raffreddata riempiamo il guscio con la crema allo zenzero , le fragole disposte come più ci piace e decoriamo con le foglioline di menta, spruzziamo infine la gelatina.

fetta