Torta salata alla scarola (con olive ammaccate)

Una torta salata, profumata e di un sapore eccezionale, può essere un salva cena o addirittura può sostituire un pranzo perchè ricca di ingredienti, accompagniamola con un buon bicchiere di vino bianco fresco.

Ingredienti:

2 rotoli di pasta sfoglia rotondi

1 cespo di scarola

1 aglio

3/4 cucchiai di formaggio spalmabile

2/3 acciughine sott’olio

una manciata di pinoli

una manciata di olive ammaccate (o quelle che abbiamo in casa)

q.b. di scaglie di formaggio pecorino tipo sicialino (o altro pecorino)

sale e pepe q.b.

olioextravergine di oliva q.b.

1 uovo per spennellare

Preparazione:

Puliamo la scarola e tagliamola a srtisce, in una padella mettiamo l’olio e l’aglio rosoliamo e leviamolo quasi subito, uniamo le olive, i pinoli e le acciughe e mescoliamo, uniamo anche la scarola e facciamola saltare per qualche minuto. Nell teglia che avremo scelto per la nostra torta salata srotoliamo il primo disco di pasta sfoglia e buchereliamola, spalmiamo sopra il formaggio spalmabile e la scarola sgocciolata, copriamo con qualche scaglia di formaggio pecorino, srotoliamo l’altro disco e copriamo la torta sigillando bene i bordi, bucherelliamola e spennelliamola con l’uovo sbattuto coun goccio di latte.

Forno a 180° fino alla doratura.

Panettoncini gastronomici farciti

Ideali per il buffet delle feste, farciamoli come più ci piace.

Panettone gastronomico (per questi usiamo i pirottinini piccoli per panettoncini)

Ingredienti:

4 panettoncini gastronomici

li troviamo nei supermercati o la base per prepararli la trovi nella mia ricetta su

Mozzarella q.b.

1 cespo di insalata

prosciutto cotto q.b.

salmone affumicato q.b.

melanzane grigliate q.b.

pomodori q.b.

formaggio spalmabile q.b.

granella di pistacchi q.b.

maionese q.b.

Preparazione:

Tagliamo i panettoncini in quattro strati e farciamoli alternado gli ingredienti come più ci piace, tra una fetta e l’altra utilizziamo o la maionese o il formaggio spalmabile, per esempio :

melanzane grigliate,pomodoro,mozzarella, foglie di basilico

salmone,formaggio spalmabile, granella di pistacchi

E comunque prepariamoli secondo i nostri gusti.

Turdiddri( ricetta alternativa)

Li definisco alternativi perchè per me i turdiddri classici sono solo questi

Turdilli calabresi (ricetta antica)

ma la versione con l’uovo ha anche il suo perchè e piacciono ai bambini, io preparo sempre le due versione …vanno a ruba emtrambi !

Ingredienti:

250 gr di farina 00

200 gr di farina 0 + altre 50 gr se l’impasto lo richiede

2 uova

1/2 bicchiere di strutto

1 pizzico di sale

1 bicchiere di latte

1/2 bustina di lievito

2/3 cucchiai di zucchero

1 arancia la scorza

cannella q.b.

miele q.b.

olio di semi di arachidi per friggere

Preparazione:

Versiamo sulla spianatoia la farina, buco al centro e inseriamo le uova , lo zucchero e sbattiamole, uniamo man mano tutti gli altri ingredienti, lavoriamo energicamente fino ad ottenere un impasto morbido. Ricaviamo dei filoncini larghi quanto un dito e tagliamo la pasta a pezzetti, a questo punto con l’attrezino degli gnocchi formiamo i turdiddri, in pratica uno gnocco più grande, friggiamoli nell’olio ben caldo ma continuiamo la cottura a fuoco basso, fino a quando non saranno cotti all’interno. Facciamo perdere l’olio in eccesso adagiandoli mano mano su della carta da cucina, una volta raffreddati in una padella riscaldaimo il miele e tuffiamoci i turdiddri, quando saranno ben ammielati adagiamoli su di un piatto da portata, mi piace spolverizzarci sopra dello zucchero semolato ma è facoltativo.

Arrosto di vitello aromatico in crosta

Preparare delle buone ricette durante le Feste Natalizie allieta le nostre tavole e anche il nostro palato, la festa dell’Immacolata è quella che apre il periodo delle feste di Natale ed ho voluto preparare questo buonissimo arrosto che è stato un vero successo, la ricetta l’ho trovata sulla rivista di questo mese: Facile con Gusto, secondo piatto straordinario.

Ingredienti:

1.200 kg di megatello di vitello

2 rotoli di pasta sfoglia rettangolari

Brodo di manzo q.b.

1 cucchiaio di amido di mais

1 cucchiaio di senape (io ho usato senape dolce)

1 bicchiere di vino bianco

1 rametto di rosmarino

1 rametto di salvia

2 scalogni

1 uovo

40 gr di burro

olio extravergine di oliva q.b.

sale e pepe q.b.

Preparazione:

Tamponiamo la carne con della carta da cucina e massaggiamola con sale e pepe. In una pentola mettiamo l’0lio q.b. e una noce di burr, uniamo la carne e facciamola rosolare da tutti i lati a fiamma viva. Sfumiamo con il vino bianco e abbassiamo, aggiungiamo gli scalogni tagliati grossolanamente e le erbe aromatiche tenendone un pò da parte e allunghiamo con il brodo caldo. Copriamo e lasciamo cuocere a fiamma dolce per circa 2 ore e mezza. Se necessario bagniamo ogni tanto con del brodo, una volta pronto lasciamolo raffreddare, spennelliamolo con della senape e profumiamolo con il resto delle erbe aromatiche. Copriamolo bene con rotolo di pasta sfoglia facendo aderire la pasta alla carne e elimiamo la pasta in eccesso, utilizziamo il secondo rotolo per decorare, io ho usato lo stampino dell’alberello di Natale, spennelliamo poi la sfoglia con l’uovo sbattuto, inforniamo l’arrosto a 180° per circa 30 minuti, fino a quando la sfoglia non sarà dorata. Nel frattempo prepariamo la salsa, aggiungiamo al fondo di cottura dell’altro brodo fino ad arrivare a 400 ml circa di liquido, portiamo ad ebollizione. In un bicchierino stemperiamo con nun pò di acqua l’amido di mais e aggingiamolo al fondo bollente, mescoliamo energicamente fino a quando la salsa non si sarà addensata, se necessario regoliamo di sale, filtriamo il tutto e serviamo l’arrosto con la salsa calda.

Funghi rositi al gratin

I funghi rositi sono molto diffusi nel nostro Altopiano Silano, li troviamo in grandi quantità nel periodo autunnale, si possono preparare ottimi piatti dall’antipasto ai primi o conservarli sott’olio e gustarli in qualsiasi momento, la preparazione al gratin è facile e gustosa.

Ti piacerà anche questa:

Teglia di funghi Rositi e patate Silane al forno

Ingredienti:

600 gr di funghi rositi

200 gr di mollica di pane raffermo

prezzemolo q.b.

1 aglio

sale e pepe q.b.

olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione:

Puliamo i funghi per bene e sbollentiamoli per qualche minuto, facciamolo scolare. In una ciotola mettiamo la mollica di pane, uniamo l’aglio sminuzzato, il prezzemolo tritato e regoliamo di sale e pepe, mescoliamo bene per insaporirlo. In una teglia mettiamo un filo d’olio e uno starto di pane condito preparato, uno strato di funghi un filo d’olio, continuiamo fino a esaurimento degli ingredienti terminando con il pane, inforniamo a 180° gradi per almemo 20 minuti, fino a quando non vedremo la crosticina dorata.

Vellutata di zucca

Piatto autunnalle ricco e salutare, facile da realizzare con pochissimi ingredienti, al posto del rosmarino possiamo usare le erbe che più ci piacciono e aggiugere alla vellutata della panna,o altro formaggio cremoso, personaliziamola a seconda dei propri gusti.

Ingredienti:

800 gr di Zucca

2 patate medie

1 scalogno

1 rametto di rosmarino

mousse di phliladelphia

sale e pepe q.b.

olio extravergine di oliva q.b.

crostini al rosmarino

Preparazione:

Puliamo le patate e la zucca e tagliamole a cubetti, in una pentola alta facciamo rosolare lo scalogno affettato, una volta pronto uniamo le patate e la zucca , qualche ago di rosmarino e regoliamo di sale e pepe, copriamo il tutto con l’acqua. Lasciamo cuocere a fiamma alta, poi abbassiamo. Quando le verdure risulteranno morbide, con un minipimer frulliamo il tutto fino a quando non avremo una crema morbida e velllutata. Io ho servito la vellutata di zucca con una mousse di philadelphia, un rametto di rosmarino e i crostini, completiamo con un filo d’olio e volendo una spolverata di pepe nero.

F

Foto web.

Dita insanguinate

Per Halloween non possono mai mancare zucche scavate, dolcetti, maschere e costumi per far divertire i nostri bambini…io ho preparato le dita insanguinate gustose e vanno giù in un solo boccone!

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

1 confezione di wurstel

ketchup q.b.

1 tuorlo per spennellare

una manciata di basilico

Preparazione:

Stendiamo la pasta sfoglia e ricaviamo delle strisce, dividiamo a metà i wurstel , spennelliamo con un pò di acqua le strisce di pasta sfoglia e disponiamo su ognuna mezzo wurstel, avvolgiamo le strisce di pasta lasciando libere le due estremità, spennelliamo con l’uovo sbattuto e inforniamo per 15/20 minuti a seconda del forno. Una volta pronti completiamo le dita con un cucchiaino di ketchup e una fogliolina di basilico tagliata a mò di unghia.

Crostata di pesche in gabbia con crema

Un dolce da preparare all’ultimo momento con ingredienti che in genere ci ritroviamo in casa, dolcissima e profumata la crema alla vaniglia, un dolcetto ideale per ogni occasione.

Ingredienti:

2 rotoli di pasta sfoglia (rotondi)

1 barattolo di pesche sciroppate

1 uovo

zuchero a velo q.b.

Crema pasticcera alla vaniglia la trovi

QUI

Crema pasticcera alla vaniglia

Preparazione:

Per prima cosa prepariamo la crema pasticcera e teniamola da parte, tagliamo a fette spesse le pesche e conserviamone una intera da sistemare al centro della crostata. Srotoliamo la prima sfoglia e rivestiamo una teglia per crostata, bucarelliamola in modo che non si gonfi, ricopriamola con la crema pasticcera rafffreddata, conserviamoci qualche cucchiaiata, disponiamo sulla crema le fette di pesche sistemandole a raggiera e poniamo al centro quella intera. Srotoliamo il secondo rotolo di pasta e ricaviamone della strisce con l’apposito attrezzo, chiudiamo la crostata a mo’ di gabbia, rimarrà qualche buchetto allora riempiamolo con la crema restante,sbattiamo l’uovo e spennelliamo la crostata. Forno a 180° per 35/40 minuti a seconda del forno, facciamola raffreddare e e spolverizzimo con un pò di zucchero a velo.

Strozzapreti salsiccia e funghi champignon

Un formato di pasta molto versatile che si abbina con svariati condimenti, con funghi e salsiccia diventa una preparazione gustosa e ricca di sapori, lo zenzero conferisce al piatto freschezza e ancora profumi.

Ingredienti per 4 persone:

350 di strozzapreti

1 salsiccia

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

400 gr di funghi champignon

1 spicchio di aglio

due dita di vino bianco

mezza cipolla rossa

sale e pepe q.b.

timo q.b.

olio extravergine di oliva q.b.

zenzero fresco q.b.

Per prima cosa togliamo la pelle alla salsiccia, la sgraniamo e la facciamo rosolare con l’aglio e l’olio in una padella, sfumiamo con il vino e e lasciamo cuocere qualche minuto. In un’altra padella affettiamo la mezza cipolla sottilmente, uniamo l’olio e inseriamo i funghi lavati accuratamente e affettati, regoliamo di sale e pepe e cuociamo qualche minuto. Una volta pronti uniamo i funghi alla salsiccia, inseriamo anhe il cucchiaio di concentrato e qualche fogliolina di timo, regoliamo se necessario di sale e pepe e insaporiamo il tutto amalgamando bene gli ingredienti, a questo punto versiamo nell’acqua di cottura della pasta già salata gli strozzapreti, scoliamoli e facciamoli saltare nel condimento preparato.Impiattiamo e completiamo il piatto con un filo di olio a crudo, qualche fogliolina di timo e un pò di zenzero grattugiato.

Tarallini al vino bianco con esubero di lievito madre

Uno snack semplice e veloce da preparare con pochissimi ingredienti, non hanno bisogno di lievitazione, friabili e saporiti si conservano per diversi giorni, la pasta madre li rende profumati, si sgranocchiano in qualsiasi momento della giornata, pucciati nel vino sono eccezionali !

Ingredienti:

250 gr di farina 00

50 gr di semola di grano duro

100 gr di esubero di lievito madre

100 ml di vino bianco

100 ml di olio extravergine di oliva

8 gr di sale

Ti potrebbero interessare anche : Tarallini al vino bianco e finocchietto (con lievito madre)

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria inseriamo il lievito madre a pezzetti e il vino bianco, lavoriamo a velocità media fino a quando non si scioglierà, uniamo anche l’olio e man mano anche le farine, infine il sale, continuiamo a lavorare sempre a media velocità fino ad ottenere un impasto omogeneo. Portiamo l’mpasto su un piano di lavoro e lavoriamolo ancora con le mani, formiamo una palla e lasciamola riposare 15/20 minuti. Trascorso il tempo riprendiamolo e ricaviamone delle palline di almeno 25 grammi, creiamo dei bastoncini e arrotolimoli su se stessi creando degli anelli, possiamo comunque dare la forma che più ci piace. Adagiamoli uno vicino all’altro su una teglia rivestita di carta forno, inforniamo a forno ventilato per 25/30 minuti, quando saranno dorati tiriamoli fuori.

Se durante la lavorazione ci rendimo conto che l’impasto risulta duro uniamo un altro dito di vino (ma con queste dosi non sarà necessario)

Se non si possiede la planetaria, prepariamo i tarallini su un piano di lavoro, pratichiamo la fontanella e al centro nello stesso ordine inseriamo tutti gli ingredienti.