Crespelle calabresi con acciughe

Sono conosciute con nomi diversi ma la ricetta è sempre quella, si preparano prevalentemente durante le Festività Natalizie ma sono buone tutto l’anno…prepariamole per la vigilia di Capodanno in attesa del cenone, andranno a ruba, abbiniamo alle Crespelle un buon vino, certamente il nostro Cirò Rosso Classico  sarà l’ideale.

crispelle2

Ingredienti:

500 gr di farina

250 gr di patate lessate

250 gr di acqua (potrebbe non occorrere tutta)

filetti di acciughe q.b.

15 gr di lievito di birra

sale q.b.

olio di semi di arachidi per friggere

Preparazione:

Lessiamo le patate con la buccia, peliamole e passiamole allo schiacciapatate, in una ciotola inseriamo la farina setacciata e creiamo la solita fontanella, uniamo le patate intiepidite, sciogliamo in un pò di acqua tiepida prelevata dai 250 gr il lievito e uniamolo al  tutto, lavoriamo il composto e aggiungiamo la rimanete acqua (regoliamoci se serve tutta), saliamo, dovremo ottenere un composto morbido ma non appiccicoso,  copriamo la ciotola con della pellicola e lasciamo lievitare almeno 3 ore. Trascorso il tempo preleviamo man mano un pò di impasto, al centro mettiamo  un pezzetto di acciuga, nel frattempo prepariamo una padella alta e facciamo riscaldare l’olio quando sarà ben caldo tuffiamo le crespelle e facciamole dorare da tutti i lati, lasciamole poi asciugare su della carta per fritti, serviamole calde con un buon bicchiere di vino rosso.

iPiccy-collage

 

Annunci

Danubio salato

Il Danubio salato è in assoluto il mio rustico preferito, lo preparo con svariati ripieni ed è sempre un gran successo, anche con gli ingredienti semplici che ho utilizzato per questa ricetta!

DNUBIO1

Ingredienti:

400 gr di farina manitoba
200 gr di farina 00
3 tuorli + 1 per spennellare
1 cucchiaino di zucchero semolato
12 gr di lievito di birra
250 gr di latte intero
100 gr di burro 
10 gr di sale

250 gr di caciocavallo
250 gr di prosciutto cotto

Preparazione:

Per prima cosa sciogliamo nel latte tiepido il lievito con lo zucchero, nella ciotola della planetaria con gancio a foglia montato inseriamo le uova leggermente battute e cominciamo a lavorare, uniamo il latte con il lievito e man mano anche le farine, dopo qualche minuto montiamo il gancio a spirale lavoriamo ancora e aggiungiamo il sale e il burro a pezzetti, quando avremo un impasto liscio ed omogeneo spegniamo la planetaria e rovesciamo l’impasto in una ciotola, copriamolo con un canovaccio e lasciamolo lievitare finchè non avrà raddoppiato il suo volume, ci vorranno almeno due ore. Nel frattempo tagliamo a cubetti il caciocavallo e spezzettiamo il prosciutto e teniamolo da parte. Una volta che l ‘impasto sarà raddoppiato ricaviamone dei pezzetti di circa 40 gr formiamo dei dischetti di diametro 8 e farciamoli con il prosciutto e il caciocavallo, chiudiamoli formando dei piccoli panini. Rivestiamo di carta forno un teglia con il bordo sganciabile e poniamo i panini ottenuti uno vicin all’altro e lasciamoli lievitare ancora 1 ora. Spennelliamo con dell’uovo sbattuto o del latte e inforniamo a 180° per 30 minuti, fino a quando il Danubio non sarà dorato.

Il tutto si può lavorare anche a mano.

iPiccy-collage

 

IMG_8711

Casatiello Napoletano

Il Casatiello è un tipico rustico della tradizione partenopea profumato e dal gusto unico, a Pasqua fa bella mostra di sè su tutte le tavole dei napoletani, gustosissimo da mangiare con salumi, formaggi e ricotta,se avanza è ottimo da portare al pic nic della Pasquetta.

1cas1

Ingredienti:

250 gr di farina manitoba

250 gr di farina tipo 1 (anche la 00 va bene)

5 gr di lievito

100 gr di strutto

250 ml di acqua

un pizzico di sale

pepe

Per la farcia:

100 gr di salame napoletano

100 gr di provolone

50 gr di pecorino

pepe nero

sale

Per guarnire 4 uova

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria munita di gancio impastatore, inseriamo le farine l’acqua e un pizzico di sale e di pepe, facciamo girare fino a quando non si amalgama il tutto, alla fine aggiungiamo il lievito sciolto in un pò di acqua tiepida e finiamo di impastare, rovesciamo l’impasto sulla spianatoia e formiamo una palla, incidiamo su un segno a croce e lasciamo lievitare in frigo 12 ore, io l’ho preparato la sera per la mattina, quindi la mattina successiva tiriamolo fuori e lasciamolo lievitare a temperatura ambiente fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume. Nel  frattempo tagliamo a cubetti sia il salame che il provolone e teniamolo da parte. Una volta lievitato stendiamo l’impasto ricordandoci di tenerne un pezzetto da parte per le decorazioni, spennelliamo l’impasto steso con un pò di strutto e copriamoli con i cubetti di salame e provolone, spolverizziamo il pecorino e un altro pizzico di pepe. Chiudiamo la pasta facendola rotolare su se stessa e ricaviamo un bel filone, che chiuderemo a ciambella. Ungiamo una teglia col buco e adagiamo la ciambella di pasta, facciamo 4 buchi in ognuno a sistemiamo un uovo ben lavato e asciugato decoriamoli con delle strisce di pasta a croce. Lasciamo lievitare ancora fino a quando non avrà quasi raggiunto il bordo della teglia, ci vorranno altre due ore, cuciamo in forno a 180° per almeno un’ora.

Il tutto si può preparare anche a mano.

iPiccy-collage

Tortano con lievito madre (senza uova)

Il lievito madre conferisce a questa preparazione una morbidezza unica e che dire del ripieno…un mix di ingredienti profumatissimi che si sposano bene tra loro!

rustica1

Ingredienti:

600 gr di semola rimacinata
150 gr di lievito madre rinfrescato
350/400 gr di Acqua
1 cucchiaino di sale
Olio extra vergine q.b.
Pepe nero q.b.

Per il ripieno:

150 gr di caciocavallo Silano
150 gr di Salsiccia stagionata
150 gr di Pecorino stagionato
100 gr di noci
pepe nero q.b.

Per prima cosa rinfreschiamo il lievito madre, in genere dopo tre ore è già attivo, versiamo la farina sulla spianatoia e al centro inseriamo il lievito sciolto nell’acqua e cominciamo ad impastare , aggiungiamo anche il sale e l’olio meno di mezzo bicchiere, lavoriamo il tutto fino ad avere un impasto liscio. Lasciamo lievitare in una ciotola oleata e coperta da pellicola fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume. Nel frattempo tagliamo a cubetti la salsiccia stagionata,il pecorino e il caciocavallo silano, (si possono usare anche altri salumi e formaggi) e tritiamo le noci grossolanamente. Trascorso il tempo stendiamo la pasta con le mani formando un rettangolo, distribuiamo sopra il ripieno preparato e pepiamo, a questo punto arrotoliamo l’impasto con il suo ripieno e formiamo un tortano spennelliamolo con olio.
Forno a 180° per 40 minuti a seconda del forno.

1-collage-rustica

2-coolage-rustica

img_7804

Ciambella rustica (salumi e formaggi)

Le mie colleghe vanno pazze per l mia ciambella rustica…niente di particolare…ma vi garantisco che è saporitissima, l’ideale da portare in gita o da preparare per un buffet!

Ciambella rustica

Ingredienti per 6 persone:

500 gr di farina 00
3 uova
6/7 gr di lievito di birra
1 cucchiaino di sale
250 ml di latte
100 ml di olio di arachidi

100 gr di mortadella
100 gr di spianata calabrese
100 gr di prosciutto cotto
( tutti in una sola fetta)

100 gr di caciocavallo
100 gr di pecorino
100 gr di provolone piccante
(tutti in una sola fetta)

Sale
Pepe q.b.

Preparazione:

In una ciotolina facciamo sciogliere il lievito nel latte tiepido, versiamo la farina sulla spianatoia e al centro uniamo il sale e mescoliamo, il lievito sciolto, le uova, il pepe e l’olio e cominciamo ad impastare dobbiamo ottenere un impasto morbido, uniamo poi i formaggi e i salumi tagliati a cubetti e lasciamo lievitare la ciambella nella teglia precedentemente imburrata almeno due ore. Inforniamo a 180° per 30 minuti a seconda del forno.

1

2

3

Il ripieno lo si può variare a seconda dei gusti, possiamo utilizzarla anche come ricetta svuota frigo.

 

Treccine lievitate

Questa mattina  colazione straordinaria con le treccine lievitate e fritte !

trec

Ingredienti per 4/6 persone:

1/2  Kg di farina  oo

3 patate medie

1 cubetto di lievito

60 gr di burro

3 uova intere

scorza grattugiata di 1 limone o arancia

1/2 bicchiere di latte tiepido

olio di semi di arachidi per friggere

zucchero semolato q.b.

1 pizzico di sale

 

Preparazione:

 

Lessiamo le patate e una volta cotte schiacciamole con lo schiacciapatate,  in una ciotola versiamo la farina e facciamo un buco al centro dove inseriamo le patate, il lievito sciolto nel mezzo bicchiere di latte tiepido, la scorza del limone o dell’arancia, il pizzico del sale, sgusciamo anche le uova e infine aggiungiamo il burro.

 

1

Amalgamiamo tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo, trasferiamolo sulla spianatoia e formiamo un palla che lasceremo lievitare per circa un ‘ora

2

 

fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume.

 

4 Quando sarò bello gonfio, ricaviamone dei bastoncini lunghi 15 cm, intrecciamoli e lasciamoli lievitare ancora mezz’ora.

6

Poniamo abbondante olio in una pentola alta e quando sarà be caldo immergiamo le nostre treccine rigirandole fino a quando non saranno dorate

7

 

8

Lasciamole poi asciugare su della carta da cucina e rigiriamole nello zucchero semolato.

9

 

 

trec

Cullurelli calabresi (ciambelle fritte)

 

Ricetta tipica Calabrese preparata in particolare il giorno dell’Immacolata,   le famiglie   in questo giorno si riuniscono e se ne preparano in grandi quantità, sono delle  ciambelle fritte a base di patate e farina soffici e gustosissime!

 Cullurelli 1

Ingredienti  per circa 20 ciambelle  :

1 kg di farina oo

400 gr di patate pulite

1 cubetto di lievito di birra (vanno bene anche 15 gr)

300 ml di acqua tiepida (utilizziamo quella in cui abbiamo bollito le patate)

15 gr di sale

1 cucchiaino di zucchero

Olio di semi per friggere (2 litri)

 

Preparazione:

Lessiamo le patate e quando sono ancora calde schiacciamole con lo schiacciapatate, sulla spianatoia distribuiamo la farina e le patate, sciogliamo nell’acqua tiepida il lievito e aggiungiamolo all’ impasto, uniamoil sale e lo zucchero.

Lavoriamolo fino ad  ottenere un composto omogeneo e liscio, formiamo poi dei panetti da circa 100 gr e adagiamoli sulla spianatoia infarinata coperti da un canovaccio e una copertina di lana, lasciamolo lievitare finchè non raddoppiano di volume,  due o tre ore circa.

IMG_2531

Ora in una larga e profonda padella mettiamo  a scaldare l’olio quando sarà ben caldo prendiamo i nostri panetti pratichiamo un buco al centro e friggiamoli prima da un lato poi dall’ altro fino a quando non saranno dorati, adagiamoli man mano su della carta da cucina e serviamoli caldi.

IMG_2533

 

Cullurelli 1