Sfoglia con asparagi e speck

Un guscio di pasta sfoglia pieno di ingredienti gustosi e di stagione che rendono questa torta salata appetitosa e molto gradevole al palato, approfittiamo sempre della stagionalità dei prodotti per preparare delle ottime ricette.

Ingredienti:

1 rotolo di pasta sfoglia

1 mazzetto di asparagi

1 uovo

100 gr di philadelphia

80 gr di parmigiano grattugiato

100 gr di speck

erba cipollina q.b.

sale e pepe

1 confezione di panna piccola

Preparazione:

Puliamo gli asparagi e sbollentiamoli in acqua salata per qualche minuto, scoliamo e teniamo da parte. In una ciotola lavoriamo il formaggio con un pizzico di sale e pepe, uniamo l’uovo, il parmigiamo, l’erba cipollina spezzettata, una parte di asparagi tagliati a pezzetti e infine la panna, regoliamo ancora di sale se necessario, tagliamo lo speck a bastoncini e teniamo da parte. Srotoliamo la pasta sfoglia e riempiamola con la crema ottenuta, decoriamo infine con i rimanenti asparagi e i bastoncini di speck, spennelliamo i bordi della sfoglia con un pò di latte. Forno a 180° per 20/25 minuti.

Torta salata alla scarola (con olive ammaccate)

Una torta salata, profumata e di un sapore eccezionale, può essere un salva cena o addirittura può sostituire un pranzo perchè ricca di ingredienti, accompagniamola con un buon bicchiere di vino bianco fresco.

Ingredienti:

2 rotoli di pasta sfoglia rotondi

1 cespo di scarola

1 aglio

3/4 cucchiai di formaggio spalmabile

2/3 acciughine sott’olio

una manciata di pinoli

una manciata di olive ammaccate (o quelle che abbiamo in casa)

q.b. di scaglie di formaggio pecorino tipo sicialino (o altro pecorino)

sale e pepe q.b.

olioextravergine di oliva q.b.

1 uovo per spennellare

Preparazione:

Puliamo la scarola e tagliamola a srtisce, in una padella mettiamo l’olio e l’aglio rosoliamo e leviamolo quasi subito, uniamo le olive, i pinoli e le acciughe e mescoliamo, uniamo anche la scarola e facciamola saltare per qualche minuto. Nell teglia che avremo scelto per la nostra torta salata srotoliamo il primo disco di pasta sfoglia e buchereliamola, spalmiamo sopra il formaggio spalmabile e la scarola sgocciolata, copriamo con qualche scaglia di formaggio pecorino, srotoliamo l’altro disco e copriamo la torta sigillando bene i bordi, bucherelliamola e spennelliamola con l’uovo sbattuto coun goccio di latte.

Forno a 180° fino alla doratura.

Frolla salata ai carciofi

Una frolla ricca di sapori da servire anche come piatto unico, o per arricchiere un buffet, il pesto di prezzemolo prepararto in casa gli conferisce un sapore straordinario e se usiamo la ricotta di pecora il cui gusto è più forte sarà ancora più buona.

Ingredienti:

Per la frolla salata la ricetta la trovi

QUI Frolla salata al Bimby e senza

Per la farcia:

250 gr di ricotta (se piace usiamo quella di pecora)

1 uovo

3 carciofi medi

1 cipollotto

sale e pepe

olio extra vergne di oliva

Pesto di prezzemolo

la ricetta la trovi

QUI Pesto di prezzemolo

Preparazione:

Prepariamoci la frolla salata e teniamola in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Puliamo i carciofi e ricaviamone i cuori tagliati a fettine, in una padella facciamoli saltare con l’olio e il cipollotto (se sono di qualità un pò duretti, sbollentaimoli un secondo, io l ho fatto) in una ciotola lavoriamo la ricotta con l’uovo e due cucchiai di pesto di prezzemolo, uniamo i carciofi e amalgamiamo delicatamente, se necessario regoliamo di sale e pepe. Nello stampo che abbiamo scelto stendiamo la frolla, ricordandoci di conservare la pasta per le strisce, versiamo il nostro composto preparato e chiudiamo a mò di crostata, Negli spazietti vuoti inseriamo un pò di pesto.

Forno a 180° per 25/30 minuti a seconda del forno.

Brisèe con pomodorini burrata e timo

Semplicemente divina, come antipasto con un buon bicchiere di Prosecco è straordinaria!

Ingredienti:

Per la pasta brisèe:

150 gr di farina

75 gr di burro a pezzi

1/2 cucchiaino di sale

60 gr di acqua

Mettiamo tutti gli ingredienti nella planetaria munita di gancio impastatore e lavoriamo qualche minuto ad una velocità media, formiamo la famosa palla e lasciamola riposare in frigo fino al momento dell’utilizzo

Il tutto si può preparare con qualsiasi altro robot da cucina.

Per il ripieno:

1 burrata

350 gr di pomodorini gialli e rossi

timo q.b.

sale e pepe q,b.

olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione:

Prepariamo la brisèe e teniamola da parte, tagliamo i pomodorini a metà e condiamoli con un filo di olio, sale e pepe e qualche fogliolina di timo, mescoliamo, stendiamo la brisèe e bucherelliamola con i rebbi della forchetta, adagiamo sopra i pomodorini sgocciolati, inforniamo a 180° per 20 minuti circa, intanto tagliamo a tocchetti la burrata, trascorsi i minuti tiriamola fuori e adagiamo sopra la burrata e foglioline di timo, rinforniamo per altri 5/10 minuti a seconda del forno non deve bruciare e sforniamo.

Foto Web

Focaccia di Carnevale Salentina “Fucazza”

Si prepara durante il periodo del Carnevale nella zona del Salento, buonissima e ideale come piatto unico, ovviamente si può gustare in ogni periodo dell’anno.

Ingredienti:

Per l’mpasto:

200 gr di acqua

10 gr di lievito di birra fresco

380 gr di farina 0

1 cucchiaino colmo di sale

olio extravergiene di oliva q.b.

Per il ripieno:

100 gr di cipolla a pezzi

40 gr di olio extravergine di oliva

400 gr di carne trita di maiale

1 pizzico di sale

1 pizzico di pepe nero macinato

Per terminare la preparazione:

olio extravrgine di oliva q.b.

6 pomodorini pelati sgocciolati e tagliati a filetti

150/200 di mozzarella tagliata a fettine

60 gr di pecorino a fettine

Preparazione:

Mettiamo nel boccale l’acqua e il lievito di birra e sciogliamo 3 min./37° vel 2, uniamo la farina e il sale e impastiamo 3 minuti spiga, trasferiamo l”mpasto in una ciotola unta di olio extravergine di oliva, copriamo con una pellicola trasparente e lasciamo lievitare per circa 2 ore. Nel frattempo prepariamo il ripieno, mettiamo nel boccale la cipolla e tritiamo 5 sec./vel./ 7 con la spatola riuniamo sul fondo, aggiungiamo l’olio extravergine di oliva e insaporiamo 3 min./varoma/vel.2, uniamo la carne, il sale e il pepe e cuociamo 15 min/100°c.vel,spiga, scoliamo dal liquido in eccesso e trasferiamo tutto in una ciotola e teniamo da parte. Preriscaldiamo il forno a 220°, ungiamo una teglia del diametro di 30/32 cm con abbondante olio extra vergine di oliva. Riprendiamo l’impasto e dividiamolo in due parti ( una 2/3 e l’altra di 1/3, con l’aiuto del matterello stendiamo il primo disco e disponiamolo sul fondo della teglia in modo che fuoriesca dai bordi, distribuiamo sopra il composto di carne e cipolla e sopra i filetti pomodoro, le fettine di mozzarella e il pecorino. Stendiamo il secondo disco di pasta e copriamo il ripieno sigillando i bordi della focaccia. Pratichiamo dei taglietti sulla superfice della pasta, in modo che durante la cottura fuoriesca il vapore, spennelliamo la focaccia con dell’olio. Cuociamo in forno a 220° per 15 minuti, poi abbassiamo la temperatura a 180° per altri 25/30 minuti, sfornare e servire tiepida.

Preparata con il Bimby, ma per chi non la possiede si può preparare anche a mano.

“Cudduruni” siciliano agrigentino (ricetta siciliana)

Agrigento città dei Templi bellissima con la sua meravigliosa Scala dei Turchi e anche il posto dove è nato mio marito e dove ho imparato a realizzare delle deliziose ricette, U Cudduruni lo preparava sempre mia suocera, non posso descrivere il suo gusto perchè bisogna assagiarlo, vi invito a prepararlo e a degustarlo con del buon vino di casa, per gli ingredienti del ripieno regoliamoci a seconda dei gusti ecco perchè molti hanno il q.b.

Ingredienti:

Per la base:

750 gr di farina di semola di grano duro rimacinta

250 gr dinfarina 00 (io tutta rimacinata)

acqua q.b.

1 cubetto di lievito di birra

olio extra vegine di oliva q.b.

sale e pepe q.b

Per il ripieno:

3/4 cipolle

1/2 kg di patate

pelato q.b.

5/6 filetti di acciughe

pecorino pecorino a fette q.b.

pecorino grattugiato q.b.

origano secco

sale e pepe q.b.

Preparazione:

In una ciotola capiente versiamo la farina, in mezzo litro di acqua tiepida (cominciamo con mezzo litro poi ci regoliamo man mano) sciogliamo il lievito, uniamo l’olio, iniziamo con mezzo bicchiere e mescoliamolo nella farina fino a renderla morbida, aggiungiamo anche l’acqua, il sale, il pepe nero e impastiamo fino a quando non avremo un impasto morbido ed elastico, formiamo una palla e lasciamo raddoppiare di volume, ci vorranno almeno due ore. Nel frattempo tagliamo le patate e le cipolle a rondelle sottili e regoliamole di sale e pepe, spezzettiamo le acciughe, tagliamo i pelati a filetti saliamoli e pepiamoli, a questo punto la pasta sarà lievitata, prepariamoci una teglia quadrata ricoprrta di carta forno, prendiamo l’impasto e dividiamolo in due, stendiamo il primo pezzo sottilmente irroriamolo con dell’olio e cominciamo a distribuire sopra le acciughe premedole sull’ impasto , poi le patate e le cipolle, una generosa manciata di pecorino grattugiato e anche le fette, i filetti di acciughe, origano a volontà , un filo di olio e una generosa spolverata di pepe nero, chiudiamo con l’altro pezzo di impasto steso fino a chiudere il Cudduruni. Io copro il tutto con olio spennellato e ancora pepe, lasciamo riposare il tutto in modo che gli ingredienti si amalgamano bene e inforniamo a 200° per 25/30 minuti a seconda del forno, quando è bello dorato è pronto.

Zucchine in sfoglia (ricetta di riciclo)

Quando non abbiamo voglia di uscire per la spesa, certamente il nostro frigo ci aiuterà…basta solo un pò di fantasia e dal riciclo verranno fuori delle ricettine da ripetere.

Ingredienti:

1 confezione di pasta sfoglia rettangolare

1/2 chilo circa di zucchine (io verdi) vanno bene anche chiare

1 confezione di formaggio cremoso

1 spolverata di grana

timo q.b.

erba cipollina q.b.

1 uovo per spennellare

sale e pepe

olio extravergine di oliva

Preparazione:

Puliamo le zucchine, tagliamole a rondelle e regoliamole di sale, facciamole saltare in una padella con l’olio e un pizzico di pepe, lasciamole croccanti, quindi solo qualche minuto. Srotoliamo la pasta soglia e spalmiamo sopra il formaggio cremoso, le zucchine sgocciolate dall’olio e raffreddate e una generosa spolverata di grana, uniamo anche le due erbette tagliuzzate e se vogliamo anche un pizzichino di pepe. Avvolgiamo la sfoglia formando un rotolo e sigilliamola dai lati, completaimo spennellandolo con l’uovo sbattuto.

Forno a 180° fino alla doratura, ci vorrano almeno 30 minuti.

Treccia Pasquale salata

Ideale per nostre gite fuori porta e anche se quest’anno la Pasquetta la trascorremo a casa prepariamola lo stesso sarà comunque buonissima accompagnata da formaggi, salumi e vino della nostra Regione.

11

Ingredienti:

500 gr di farina 00 + quella per la spianatoia

250/300 di acqua tiepida

10 gr di sale

3 uova sode

8/10 gr di lievito o in mancanza 200 gr di  pasta di riporto

soppressata calabrese o altro salame q.b. a cubetti

caciocavallo silano q.b. a cubetti

pecorino  q.b. a cubetti

parmigiano q.b. a cubetti

provolone a cubetti q.b.

pepe q.b.

olio extravergine di oliva q.b.

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria munita di gancio impastatore versiamo metà dell’acqua  uniamo il lievito e facciamolo sciogliere lentamente, uniamo man mano la farina e 30 gr di olio di olio extravergine di oliva, la rimanente acqua regolandoci se serve tutta e per ultimo il sale e un bel pò di pepe nero, lavoriamo bene l’impasto quando si attaccherà al gancio sarà pronto. Mettiamolo a lievitare in una ciotola per almeno 3 ore se usiamo la pasta di riporto (avrà bisogno di più tempo per la lievitazione) , basteranno 2 0re se avremo usato il classico lievito. Quando l’impasto sarà raddoppiato di volume capovolgiamolo sulla spinatoia e dividiamolo in tre e con il mattarello otteniamo tre triangoli, nel frattempo avremo preparato il nostro ripieno a base di formaggi e salumi tagliati a cubetti, quindi distribuiamolo sui triangoli e formiamo dei filoncini, sigilliamoli per bene e formimo la nostra treccia, nel frattempo avremo anche bollito le uova quindi adagiamole sulla treccia creando un piccolo buco, con qualche residuo di pasta decoriamolo le uova formando una croce simbolo della Pasqua. Adagiamo la treccia su una teglia coperta di carta forno e lasciamo lievitare ancora per 1 ora coperta da una canovaccio. Trascorso il tempo pennelliamola con olio extravergine di oliva e una spolverata di pepe, forno a 180° per almeno 40 minuti a seconda del forno, deve risulatare bella dorata.

Gustiamola con degli ottimi salumi e formggi della nostra tradizione e buon bicchiere di vino rosso.

Il tutto si può preparare anche a mano.

La pasta di riporto si ottine prelevando un pezzo di pasta dalla preparazione dell’impasto del pane o della pizza, lo si tiene in un barattolo  di vetro in frigo, se non si usa dopo 3/4 giorni si deve rigenerare com si fà con il lievito madre.

iPiccy-collage

Quiche con porri provola Silana e pomodorini secchi (ricetta di riciclo)

Mi piace aprire il frigo e preparare qualcosa con quello che ho a disposizione, basta un pò di fantasia e un minimo di esperienza per portare in tavola qualcosa di gustoso senza uscire di casa per fare la spesa e riciclare quello che ci ritroviamo in frigo e magari sta per scadere.

Quiche con provola

Ingredienti:

1 confezione di pasta sfoglia

1 porro grande

una manciata di pomodorini secchi

200 gr di provola Silana

1 confezione  piccola di panna da cucina

fiocchetti di burro

pepe nero

olio extravergine di oliva q.b.

foglioline di basilico per decorare

Preparazione:

Laviamo il porro e tagliamolo a rondelle, mettiamolo in padella insieme all’ olio e ad un pizzico di pepe, saliamo, lasciamolo stufare fino a quando non sarà morbido, se necessario aggiungere qualche cucchiaiata di acqua. Nel frattempo tagliamo a fettine la provola e a pezzettini i pomodorini secchi ,dopo averli fatti rinvenire in un ‘pò di acqua. Una volta pronto il porro poniamolo in una ciotola e pepiamololo ancora un pò, uniamo la panna e mescoliamo delicatamente,  stendiamo la pasta sfoglia in teglia con la sua stessa carta forno e versiamo dentro il composto preparato, uniamo le fette di provola e i pomodorini secchi, qualche fiocchetto di burro, decoriamo i bordi come se fosse una crostata e inforniamo a 180° per per 20 minuti, appena dorata la togliamo, decoriamo con foglioline di basilico.

iPiccy-collage

Bietole del mio orto in gabbia

Con le prime bietole del mio orticello ho realizzato questa semplicissima torta salata di un sapore unico, gustiamola come antipasto o per cena con un buon bicchiere di vino bianco fresco.

b1

Ingredienti:

1 confezione di pasta sfoglia rettangolare

500 gr di bietole

1 aglio

300 gr di ricotta vacccina

1 uovo per il ripieno

1 uovo per spennellare

50 gr di parmigiano

olio extra vergine di oliva  q.b.

sale e pepe q.b.

100 g di pecorino fresco a fette

Preparazione:

Puliamo e laviamo le bietole, tagliamole a  striscioline e saltiamole in padella con l’aglio e l’olio extra vergine di oliva per qualche minuto, regoliamo di sale e pepe, la verdura deve rimanere croccante, mentre si raffreddano lavoriamo la ricotta in una ciotola con l’uovo  e il parmigiano, saliamo e pepiamo, uniamo la bietola raffreddata e il formaggio tagliato a dadini, regoliamo di sale e pepe e mecoliamo il tutto delicatamete. Stendiamo la sfoglia in una teglia rettangolare ricavando dalla pasta delle strisce per preparare la nostra gabbia, riempiamola con la farcia preparata e spennelliamo con l’uovo battuto.

Forno a 180° fino a quando non dorerà, 25/30 minuti a seconda del forno.

iPiccy-collage