Focaccia al rosmarino con e senza il Bimby

Apprezzate da grandi e piccoli le focacce possono rappresentare il piatto principale del pasto, consumate con dei salumi o farmaggi, oppure un ottima insalata mista, facile da realizzare con il Bimby e naturalmente anche a mano o con la planetaria.

Ingredienti:

Per l’impasto:

40 gr di olio extravergine di oliva

300 gr di acqua

20 gr di lievito di birra o 2 cucchiaini di lievito di birra disidratato

1 cucchiaino di zucchero

420 gr di farina manitoba

2 cucchiaini di sale

Per finire lapreparazione:

20 di olio extravergine di oliva

20 gr di acqua

2 rametti rosmarino fresco

2 / 3 pizzichi di sale grosso

Preparazione:

Nella ciotola inseriamo 50 gr di acqua , il lievito sbriciolato e lo zucchero e facciamo sciogliere 2 minuti 37°C vel.2., uniamo il resto dell’acqua, l’olio extravegine di oliva, la farina e il sale e impastiamo 2 minuti vel spiga.Trsferiamo l’mpasto in una ciotola unta e compattiamolo con le mani, copriamo la ciotola con una pellicola trasparente e lasciamolo lievitare finchè non raddoppierà di volume, ci vorrà circa 1 ora.

Preriscaldiamo il forno a 200°, ungiamo la teglia da forno da circa 29/36 cm con abbondante olio extravergine di oliva, quando l’mpasto sarà raddoppiato mettiamo nella teglia e premendo con la punta delle dita, allarghiamo bene l’impasto in un rettangolo della dimensione della teglia, formando un bordo più spesso intorno, copriamolo con un foglio di pellicola leggermente unto sulla superifice inferiore e lasciamo lievitare ancora 1 ora. Nel boccale inseriamo l’olio extravergine di oliva e l’acqua ed emulsioniamo 10 sec.vel 4. Con la punta delle dita unte di olio formiamo delle fossette sulla superfice della focaccia e spolverizziamola con gli aghi di rosmarino e il sale grosso, distribuiamo l’emulsione preparata sulla focaccia in modo uniforme.

Inforniamo a forno caldo per 20/30 muinuti circa a seconda del forno, una volta cotta tagliamola in tranci e serviamola calda, ma anche fredda è buonissima.

Procedimento a mano:

In una ciotola sciogliamo il lievito e lo zucchero nell’acqua tiepida , uniamo la farina e lavoriamo l’impasto sulla spianatoia, compattiamolo e copriamo la ciotola con la pellicola, per il resto il procedimento è uguale, per l’emulsione mettiamo in un pentolino l’olio extravergine di oliva e l’acqua ed emulsioniamo qualche secondo.

Dal mio libro Pizze e ficaccie.

Ciambelle fritte senza patate…con crema pasticcera

Ciambelliamo per la gioia di tutti…il Carnevale è vicino allora iniziamo con queste deliziose ciambelline alla crema pasticcera e non…!

Ingredienti:

300 gr di farina 00

100 gr di farina manitoba

1/2 cubetto di lievito di birra

1 uovo

1 tuorlo

50 gr di burro di buona qualità (io Beppino Occelli)

1 arancia la scorza grattugiata

50/60 gr di zucchero

1 pizzico di sale

olio di semi di arachidi per friggere

zucchero semolato q.b. per rotolare e inzuccherare le ciambelle

crema pasticcera q.b.

Preparazione:

Grattugiamo la scorza dell’arancia e mescoliamola con con lo zucchero, teniamo da parte, nella ciotola della planetaria o in qualsiasi altro sbattitore elettrico sciogliamo il lievito con il latte tiepido, uniamo le farine setacciate, il burro a pezzetti, le uova e il pizzico del sale, impastiamo fino ad ottenere un impasto liscio ma soprattutto omogeneo. Versiamolo sulla spianatoia e stendiamolo con il mattarello e con l’aiuto dir coppapasta più grande e uno più piccolo ricaviamo le nostre ciambelle. Lasciamole lievitare per un paio di ore o fino a quando non saranno ben lievitate. Friggiamo in olio bollente e mettiamole a scolare su della carta per fritti, rotoliamole ancora calde nello zucchero semolato. Nel frattemo ci prepariammo anche la crema pasticcera secondo la nostra ricetta oppure se ti piace la mia la trovi

QUI puoi aromatizzarla al posto della vaniglia come più ti piace, farciamo le nostre ciambelle ma non tutte, sono buone anche solo zuccherate.

Tutto si può fare anche a mano.

Mini brioches alla vaniglia

La ricetta delle mini brioche è della mia amica Maria, buonissime e profumatissime rimangono morbide per diversi giorni.

111

Ingredienti

300 gr di farina 00

200 gr di farina manitoba

170 gr di latte tiepido

1 cubetto di lievito di birra ( 15 gr se si fanno lievitare tutta la notte o per 1 intero giorno)

2 uova intere + 1 per spennellare diluito con un pò di latte

2 cucchiaini di miele (0 1 di zucchero)

100 gr di zucchero

1 pizzico di sale

100 di burro o olio di semi

2 cucchiaini di estratto di vaniglia

Preparazione:

In una ciotola scigliamo il lievito nel  latte tiepido insieme al cucchiaino di zucchero, mescoliamo per bene, uniamo le uova  e il pizzico del sale e mescoliamo ancora, inseriamo anche lo zucchero e man mano anche le farine setacciate, lavoriamo l’impasto un pò nella ciotola e poi versiamolo  su di un piano di lavoro, lavoriamolo energicamente,  dobbiamo ottenere un impasto liscio ed elastico infine uniamo il burro un pò alla volta, quando l’impasto assorbirà i primo pezzetto inserire l’altro fino ad esaurimento, avremo un impasto liscio e gonfio, mettiamolo a lievitare in una ciotola coperto con della pellicola almeno per due ore. Quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume lo sfonfiamo e prendendo dei pezzetti formiamo le brioche della grandezza che vogliamo, adagiamole su una teglia ricoperta di carta forno e lasciamole lievitare ancora 1 oretta, meglio tutta la notte se si preparano la sera, se invece le prepariamo la mattina le inforniamo la sera, sbattiamolo il tuorlo dell’uvo e diluiamolo con un pò di latte e spennelliamo le brioche, Forno a 180° per 25/30 minuti a seconda del forno e comunque fino a quando non doreranno.

Si possono preparare in planetaria seguendo lo stesso procedimento.

iPiccy-collage

 

 

 

 

Panettone gastronomico

Non c è antipasto più opulento del Panettone gastronomico per i nostri buffet da Natale all’ Epifania…può essere preparato in anticipo e tenuto in frigo, super buono… ecco la ricetta base dalla rivista Alice Tv.

Panettone gastronomico

Ingredienti:

565 di farina manitoba

250 gr di farina 00

4 uova

150 gr di olio di semi di girasole

25 gr di zucchero

10 gr di sale

25 gr di lievito

200 gr di latte intero

Preparazione:

Sciogliamo nel latte tiepido il lievito e inseriamolo nella ciotola della planetaria con il gancio impastatore, inseriamo tutti gli altri ingredienti e azioniamola alla velocità minima, impastiamo fino a quando non avremo ottenuto un impasto morbido e compatto, togliamolo dalla planetaria e lavoriamolo per qualche minuto sulla su un piano di lavoro leggermente infarinato. Trasferiamo l’impasto in uno stampo per panettone e lasciamolo lievitare finchè non avrà raggiunto il bordo, ci vorranno da 1 a 2 ore a seconda dell’ambiente.

Forno caldo a 180° per 35/40 minuti, una volta pronto lasciamolo raffreddare e poi farciamolo come più ci piace.

Il tutto si può fare anche con uno sbattitore elettrico o a mano.

iPiccy-collage

Cuori fritti alla nutella per San Valentino

Golosissimi…facilissimi…uno tira l’altro…e allora prepariamo questi Cuori fritti pieni pieni di nutella per San Valentinio…sarà un momento di gran dolcezza!

foto cuori_Moment (2)

Ingredienti:

Per il lievitino:

120 gr di farina

15 gr di lievito di birra

120 gr latte

Per l’impasto:

260 gr di farina

60 gr di burro

60 gr di zucchero semolato + quello dove rotolare i cuori

1/2 bicchierino di liquore a piacere (io Rum)

2 tuorli

olio di semi di arachidi q.b.

Preparazione:

Prepariamo il lievitino con il latte, il lievito e la farina amalgamiamo il tutto, copriamolo con della pellicola e lasciamo lievitare per circa mezz’ora. Trascorso il tempo,  inseriamo nella  ciotola della planetaria munito di gancio impastatore,  la farina, il lievitino, le uova, lo zucchero, il burro , il liquore e il pizzico del sale, facciamo andare per qualche minuto, dobbiamo ottenere un impasto omogeneo, trasferiamolo in una ciotola e lasciamolo raddoppiare di volume, ci vorranno due ore. Trascorso il tempo stendiamo l’mpasto sulla spianatoia infarinata e con un mattarello otteniamo una sfoglia  di circa 1 cm, con un coppapasta a forma di cuore ricavaimo  tanti cuoricini  , lasciamoli lievitare ancora mezz’ora. Prepariamo una padella alta e riscaldiamo l’olio quando sarà ben caldo friggiamo i nostri cuori di pasta per qualche minuto fino a quando non saranno dorati, poniamoli su della carta per fritti per togliere l’olio in eccedenza, rigiriamoli ancora caldi nello zucchero semolato e con l’aiuto di una sac à poche riempiamoli con tanta nutella.

Il tutto si può preparare anche  a mano.

iPiccy-collage

 

 

Focaccia Pugliese (ricetta Bimby)

La focaccia pugliese preparata con il Bimby è deliziosa, soffice e profumata, ingredienti semplici per una preparazione di sicuro successo apprezzata da tutti, la ricetta è sul ricettario Bimby “Pizze e focacce”.

f1

Ingredienti:

150 gr di patate sbucciate a pezzi (circa 2-3 cm)

250 gr di acqua

25 gr di lievito di birra

1 cucchiaino di zucchero

50 gr di olio extra vergine di oliva

350 gr di farina di forza (manitoba)

150 gr di farina di semola di grano duro

1 cucchiaino di sale

20 pomodorini ciliegino a metà

2 spicchi di aglio (opzionale)

1 pizzico di origano secco

1 cucchiano di sale grosso

Preparazione:

Nel boccale del Bimby inseriamo le patate e tritiamo 10 sec/vel.7, riuniamo sul fondo con la spatola, aggiungiamo 50 gr di acqua, il lievito e lo zucchero e sciogliamo 2 min/37°C/vel.2, uniamo la rimanente acqua, l’olio extravergine di oliva, la farina,la semola di grano duro e il sale, impastare 6 min./vel.spiga.Trasferiamo l’impasto in ciotola e copriamolo con della pellicola, deve raddoppiare. Nel frattempo nel boccale mettiamo l’olio extravergine di oliva e l’aglio tritiamo 4 se./vel.8, aggiungiamo i pomodori tagliati e mescoliamo 10 sec.antiorario vel.1, trasferiamoli in una ciotolia e tenamo da parte. Preriscaldiamo il forno a 230° e ungiamo la placca del forno con abbondante olio di oliva( io ho usato la carta forno). Riprendiamo l’impasto e trasferiamo sulla placca del forno preparata, e facendo pressione con i polpastrelli, allarghiamolo coprendo tutta la superfice disponibile, otteniamo una sfoglia alta 5 mm. Distrubuiamo sopra i pomodorini premendo bene all’interno della pasta, cospargiamo sulla superfice 1 cucchiaio di sale grosso. Cuociamo in forno caldo per 15/20 minuti (230°). Possiamo servire la focaccia sia calda che fredda.

La focaccia con gli stessi ingredienti si può lavorare anche a mano.

ipiccy-collage

Danubio salato

Il Danubio salato è in assoluto il mio rustico preferito, lo preparo con svariati ripieni ed è sempre un gran successo, anche con gli ingredienti semplici che ho utilizzato per questa ricetta!

DNUBIO1

Ingredienti:

400 gr di farina manitoba
200 gr di farina 00
3 tuorli + 1 per spennellare
1 cucchiaino di zucchero semolato
12 gr di lievito di birra
250 gr di latte intero
100 gr di burro 
10 gr di sale

250 gr di caciocavallo
250 gr di prosciutto cotto

Preparazione:

Per prima cosa sciogliamo nel latte tiepido il lievito con lo zucchero, nella ciotola della planetaria con gancio a foglia montato inseriamo le uova leggermente battute e cominciamo a lavorare, uniamo il latte con il lievito e man mano anche le farine, dopo qualche minuto montiamo il gancio a spirale lavoriamo ancora e aggiungiamo il sale e il burro a pezzetti, quando avremo un impasto liscio ed omogeneo spegniamo la planetaria e rovesciamo l’impasto in una ciotola, copriamolo con un canovaccio e lasciamolo lievitare finchè non avrà raddoppiato il suo volume, ci vorranno almeno due ore. Nel frattempo tagliamo a cubetti il caciocavallo e spezzettiamo il prosciutto e teniamolo da parte. Una volta che l ‘impasto sarà raddoppiato ricaviamone dei pezzetti di circa 40 gr formiamo dei dischetti di diametro 8 e farciamoli con il prosciutto e il caciocavallo, chiudiamoli formando dei piccoli panini. Rivestiamo di carta forno un teglia con il bordo sganciabile e poniamo i panini ottenuti uno vicin all’altro e lasciamoli lievitare ancora 1 ora. Spennelliamo con dell’uovo sbattuto o del latte e inforniamo a 180° per 30 minuti, fino a quando il Danubio non sarà dorato.

Il tutto si può lavorare anche a mano.

iPiccy-collage

 

IMG_8711

Casatiello Napoletano

Il Casatiello è un tipico rustico della tradizione partenopea profumato e dal gusto unico, a Pasqua fa bella mostra di sè su tutte le tavole dei napoletani, gustosissimo da mangiare con salumi, formaggi e ricotta,se avanza è ottimo da portare al pic nic della Pasquetta.

1cas1

Ingredienti:

250 gr di farina manitoba

250 gr di farina tipo 1 (anche la 00 va bene)

5 gr di lievito

100 gr di strutto

250 ml di acqua

un pizzico di sale

pepe

Per la farcia:

100 gr di salame napoletano

100 gr di provolone

50 gr di pecorino

pepe nero

sale

Per guarnire 4 uova

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria munita di gancio impastatore, inseriamo le farine l’acqua e un pizzico di sale e di pepe, facciamo girare fino a quando non si amalgama il tutto, alla fine aggiungiamo il lievito sciolto in un pò di acqua tiepida e finiamo di impastare, rovesciamo l’impasto sulla spianatoia e formiamo una palla, incidiamo su un segno a croce e lasciamo lievitare in frigo 12 ore, io l’ho preparato la sera per la mattina, quindi la mattina successiva tiriamolo fuori e lasciamolo lievitare a temperatura ambiente fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume. Nel  frattempo tagliamo a cubetti sia il salame che il provolone e teniamolo da parte. Una volta lievitato stendiamo l’impasto ricordandoci di tenerne un pezzetto da parte per le decorazioni, spennelliamo l’impasto steso con un pò di strutto e copriamoli con i cubetti di salame e provolone, spolverizziamo il pecorino e un altro pizzico di pepe. Chiudiamo la pasta facendola rotolare su se stessa e ricaviamo un bel filone, che chiuderemo a ciambella. Ungiamo una teglia col buco e adagiamo la ciambella di pasta, facciamo 4 buchi in ognuno a sistemiamo un uovo ben lavato e asciugato decoriamoli con delle strisce di pasta a croce. Lasciamo lievitare ancora fino a quando non avrà quasi raggiunto il bordo della teglia, ci vorranno altre due ore, cuciamo in forno a 180° per almeno un’ora.

Il tutto si può preparare anche a mano.

iPiccy-collage

Colomba con cioccolato amaretti e confettura di amarene

Ebbene si…la mia prima Colomba grazie alla rivista Facile Cucina del mese di Marzo ho potuto realizzare questa buonissima Colomba farcita…seguendo gli step si prepara facilmente ed il risultato è fantastico !

Colomba11

Ingredienti:

250 gr di farina manitoba

250 gr di farina 0 + quella per spolverizzare

150 ml di acqua

110 gr di zucchero

2 uova

2 tuorli

la scorza di 1 arancia

4 gr di sale

100 gr di burro

16 gr di lievito di birra (circa 2/3 di 1 cubetto)

50 gr di gocce di cioccolato fondente

10 amaretti

confettura di a

amarene

essenza naturale di vaniglia

1 stampo per colombe

Per la copertura: 10 gr di fecola di patate-40gr di farina di mandorle-90 gr zucchero-

1 albume-5/6 amaretti-mandorle già pelate-zucchero a velo

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria con gancio k lavoriamo il lievito sciolto nell’acqua con lo zucchero, le uova e farina 0, incorporiamo poi la manitoba, i tuorli, la scorza grattugiata dell’arancia, qualche goccia di essenza di vaniglia e il burro a pezzetti, uniamo anche il sale e lavoriamo fino ad ottenere un impasto sodo ed elastico, infine uniamo le gocce di cioccolato e gli amaretti sbriciolati grossolanamente, lasciamo riposare per 15 minuti. Trasferiamo l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato e ripieghiamolo su se stesso 3 o 4 volte, formiamo una palla, avvolgiamola nella pellicola trasparente e facciamola lievitare fino al raddoppio del volume. Preleviamo quindo 1/3 dell’impasto e trasferiamolo su un piano di lavoro leggermente infarinato, stendiamolo formiamo un rettangolo e farciamolo al centro con un pò di confettura di amarene, avvolgiamo l’impasto su se stesso. Disponiamo il rotolo ottenuto all’interno dello stampo per colombe curvandolo nello spazio riservato alle ali. Allarghiamo il restante impasto, farciamolo con la confettura rimasta, arrotoliamolo e sistemiamolo nello stampo. Trasferiamo su fino a quando non avrà quasi raggiunto il bordo.

Prepariamo la glassa:

versiamo in una ciotola l’albume, la fecola. lo zucchero e la farina di mandorle e lavoriamo fino ad ottenere un composto colloso. Distribuiamo uniformemente la glassa sulla superficie dell’impasto e cospargiamolo con le mandorle e gli amaretti sbriciolati. Spolverizziamo con lo zucchero a velo e inforniamo a 170° C per 40/50 minuti. Sforniamo e lasciamo raffreddare.

Gustiamola con un buon Zibibbo delle Terre Siciliane.

iPiccy-collage

Cuculo con pasta brioche

Il Cuculo di pasta brioche è un dolce tipico Calabrese che si prepara nelle festività della Pasqua, c’è anche la versione classica con il lievito per dolci e che si prepara in svariate forme

 Cuculi di Pasqua ricetta Calabrese

Ottimo per la prima colazione e in ogni momento della giornata!

cuculi brio1

Ingredienti per 2 cuculi grandi e 3 medi:

600 gr di farina manitoba
2 uova intere +1 per spennellare
100 gr di burro (io Beppino Occelli)
80/100 g di zucchero semolato
1 pizzico di sale
10 gr di lievito di birra
1 bicchiere scarso di latte (usiamo quello di carta)
1 bicchierino di limoncello
1 limone non trattato (solo la buccia)
granella di zucchero q.b.

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria inseriamo le uova un pò battute e lo zucchero e iniziamo ad impastare col gancio impastatore uniamo poi, il limoncello, il burro a pezzettini, il pizzico di sale, il lievito sciolto in metà del latte tiepido, la buccia del limone grattugiata e continuiamo a lavorare, man mano aggiungiamo anche la farina e il restante latte, lavoriamo fino ad avere un composto omogeneo, bastano 10/12 minuti. Mettiamo l’impasto in una ciotola coperta con una canovaccio e lasciamo lievitare tutta la notte (io li ho preparati di sera), l’impasto sarà raddoppiato di volume,allora possiamo dare forma ai nostri cuculi, dividiamo l’impasto in tre parti e formiamo dei cordoni al centro inseriamo l’uovo che diventerà sodo in forno e intrecciamo, spennelliamo con l’uovo battuto decoriamo con lo zucchero a granella e facciamo lievitare ancora 1 ora. Forno a 180° per 25/30 minuti a seconda del forno.
Tutto può essere lavorato anche a mano.

Al posto del limoncello possiamo usare l’anice, come vuole la ricetta originale, ma io preferisco il limoncello.

PicMonkey Collage1