Dolce all’arancia glassato e arance caramellate

Una vera delizia per il palato e fonte di vitamina C, un dolce veramente semplice da realizzare e da gustare in ogni momento della giornata dalla colazione alla cena.

Ingredienti:

1 arancia di circa 250/300 gr non trattata

300 gr di farina 00 per dolci

170/180 di zucchero semolato

100 gr di latte

80 gr di olio di semi

3 uova

1 pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

1 bustina di lievito per dolci

Per la glassa:

100 gr di zucchero a velo

q.b .di succo d’arancia

Per le arance caramellate:

2 arance non trattate

200 gr di zuccheto semolato

200 gr di acqua

Preparazione:

Laviamo l’arancia e tagliamo le due estrmità, tagliamola in quattro e inseriamola in un mixer o nel bimby efrulliamola e versiamola in una ciotola ,uniamo la farina, le uova, lo zucchero, il latte, l’olio e con l’aiuto di una frusta amalgamiamo il tutto, aggiungiamo anche il pizzico di sale e il cucchiaino di vaniglia mescoliamo ancora fino ad avere un composto ben amalgamato. Versiamo il tutto in una teglia di 22 centimetri di diametro imbuttato e inforniamo a 170° per 40/45 minuti a seconda del forno, fare la prova stecchino, Nel frattempo preapariamo la glassa. in una ciotola versiamo lo zucchero a velo e qualche goccia di arancia mescoliamo con una frusta, dovremo ottenere una glassa fluida, teniamo da parte, ora caramelliamo le arance tagliamo le due estemità e affettiamole non troppo sottili, poniamo in un pentolino l’acqua e lo zucchero facciamo bollire e quando otteniamo uno sciroppo uniamo le fette d’arancia e lasciamole caramellare per circa 20/25 minuti girandole di tanto in tanto. Una volta sfornato il dolce copriamolo con la glassa all’arancia aiutandoci con una spatoliana, raffreddiamo le arance caramellate e decoriamo il dolce.

Pubblicità

Crostata a strati

Una variante della classica crostata molto bella da vedere e non so perchè anche più buona, io l’ho preparata con la confettura di albicocche che è la mia preferita, ma naturalmente usiamo quella che più ci piace, sarà un vero successo a colazione, a pranzo, a cena e all’ora del te con le amiche !

Ingredienti:

300 gr di farina 00 per dolci

100 gr di zucchero semolato

100 gr di burro

1 uovo

1 tuorlo

1 cucchiaino di lievito per dolci

1 cucchiaino di vaniglia

1 pizzico di sale

Confettura di albicocche q.b.

1 stampo da 18 cm possibilmente con bordo sganciabile

Preparazione:

In una ciotola inseriamo il burro e lo zucchero e lavoriamolo con un cucchiaio, uniamo anche le uova, il lievito e la farina per ultimo profumiamo con la vaniglia, lavoriamo la frolla velocemente e otteniamo una palla liscia ed omogenea, chiudiamola in un foglio di pellicola e teniamo in frigo 1 oretta. Trascorso il tempo dividiamo l’impasto in 4 parti, infariniamo il piano di lavoro e stendiamo il primo pezzo di frolla, stendiamola con un matterello e creiamo la base co un bordo di almeno 4 cm, bucherelliamo la frolla con i rebbi di una forchetta e distrbuiamo sopra q.b. di confettura, prepariamo poi il secondo disco sottile bucherelliamolo e poniamolo sulla confettura, distribuiamo ancora q.b. di confettura, stendiamo il terzo disco bucherelliamolo e mettiamolo nello stampo, farciamolo con la confettura ,con l’ultimo pezzo ricaviamo le strisce per decorare la crostata, forno a 180° per 45 minuti.

Sbriciolata fichi e noci (Ricetta Bimby e senza)

Una crostata autunnale molto sfiziosa facile da preparare con il Bimby o anche a mano, morbida dentro e croccante fuori sarà un fine pasto gradito per una cena tra amici o in famiglia, ottima come colazione al mattina o anche con il te’ del pomeriggio…buona sempre.

Ingredienti:

Per la farcia:

30 gr di noci sgusciate

600 gr di fichi sbucciati

30 gr di zucchero di canna

20 gr di burro

1/2 succo di limone

20 gr di rum

cannella q.b.

Per la frolla :

50 gr di noci sgusciate

130 gr di burro freddo

130 gr di zucchero di canna

360 gr di farna 00

1 pizzicodi sale

2 uova

1/2 bustina di lievitoper dolci

Per guarnire

noci sgusciate q.b.

fichi q.b.

Preparazione:

Inseriamo nel boccale le noci: 5 sec.vel.5 teniamo da parte

Mettiamo nel boccale anche sporco i fichi sbucciati

ain quarti, lozucchero, il burro e il succo del limone: 15 min. 100° vel.2

Uniamo il rum, le noci tritate messe da parte e la cannella (a piacere: 20 sec. vel 2 antiorario

Versiamo la farcia in una ciotola e lasciamo raffreddare.

Per la frolla:

Mettiamo nel boccale pulito e asciutto le noci: 5 sec, vel 5, aggiungimo il burro a tocchetti e tutti gli altri ingredienti: 30 sec, vel 4 dovremo ottenere un composto sbriciolato, versiamone poco più della metà sui bordo e sul fondo di uno stampo imburrato o ricoperto di carta forno e compattiamolo leggermente, versiamo sulla frolla nello stampo la farcia ormai fredda, lvelliamo la superfice e ricoproiamo con la restante frolla sbriciolandola con le mani, tritiamo grossolanamente le noci pulite e cospargiamole sulla superfice della sbriciolata.

Forno a 180° per 40 minuti, fino alla doratura, sforniamo e decoriamo con i fichi.

Preparazione a mano senza Bimby:

In un pentolino versiamo tutti gli ingredienti per la farcia, meno il rum, le noci e la cannella che uniremo prima che il composto diventi una sorta di crema (cuociamo a fuoco lento ). Per la frolla procediamo come una normale frolla, dobbiamo stare solo attenti ad ottenere un composto sbriciolato tanto da poter comporre la sbriciolata, mettiamola nello stampo e procediamo in tutto come sopra.

Torta alle ciliegie (ricetta Bimby e senza)

Se vogliamo deliziare il palato di familiari e amici prepariamogli questa fantastica torta…ma subito altrimenti le ciliegie finiscono…!

Questa torta si può preparare anche senza il Bimby con un comune robot da cucina, il procedimento è uguale.

Ingredienti:

100 gr di mandorle pelate

80 di burro o margarina

100 gr di zucchero semolato

2 uova

100 grdi farna 00

mezza bustina di lievito per dolci

1 pizzico di sale

30 gr di maraschino

500 gr di ciliegie

zucchero a velo q.b.

Preparazione:

Nel boccale del Bimby inseriamo le mandorle già pelate 10 sec. vel. Turbo mettiamole da parte

Inseriamo nel boccale senza lavarlo il burro morbido o la margarina e lo zucchero 1 minuto vel. 3

Uniamo le mandorle polverizzate 30 sec. vel 4

Aggiungiamo le uova 1 minuto vel 4.

Uniamo anche la farina e lievito, il sale e il liquore 1 minuto, vel. 4

Otteniamo un composto cremoso , versiamolo in uno stampo imburrato, meglio se con il bordo sganciabile, nel frattempo avremo denocciolato le ciliegie che distribuiremo sulla torta, affonderanno da sole.

Forno statico a 180° per circa 40/45 minuti.

Lasciamo intiepidire e distribuiamo sopra qualche ciliegia messa da parte e tanto zucchero a velo.

Focaccine con lievito madre

Focaccine con lievito madre soffici e genuine, si possono servire al posto del pane e farcite con salumi e formaggi sono ottime per la merenda dei bambini, buone anche da preparare per un buffet o per un pic nic.

Ingredienti:

250 gr di farina 00

100 gr di farina manitoba

150 gr di lievito madre

5 gr di zucchero

8 gr di sale

250 gr di acqua

1 filo di olio di oliva

rosmarino q.b.

Per emulsionare:

olio extravergine di oliva q.b.

sale gosso q.b.

acqua q.b.

rosmarino q.b.

Preparazione:

In una ciotola sciogliamo il lievito madre con l’acqua, uniamo lo zucchero e l’olio e continuiamo a mescolare, uniamo anche le farine setacciate e il sale , iniziamo ad impastare e quando comincia a formarsi una palla trasferiamo il composto sulla spianatoia, lavoriamo ancora qualche minuto e trasferiamo poi la palla in una ciotola ben oleata, copriamomola con della pellicola e lasciamo lievitare 2/3 ore. Una volta lievitatao formiamo delle palline tutte della stessa dimensione, stendiamole poi non troppo sottili e con le dita formaimo delle fossette, adagiamole in una teglia da forno ricoperta da carta forno e facciamole lievitare ancora 1 ora, trascorso il tempo spennelliamole con l’emulsione preparata e inforniamo a 200° per 15/20 minuti fino alla doratura.

Per l’emulsione:

Versare in una ciotola q.b. di olio, sale grosso, acqua e gli aghi del rosmarino girare il tutto con una piccola frusta.

Treccine al forno profumate alla vaniglia

Le colazioni più sane sono quelle che consumiamo con le preparazioni homemade, queste treccine sono fantastiche, leggere e profumate e semplici da realizzare a mano , in planetaria, con il Bimby insomma con qualsiasi robot da cucina.

Vedi pure:

Treccine lievitate

Ingredienti:

250 gr di farina 00

250 gr di farina manitoba

80 gr di margarina ( o burro o strutto)

80 gr di zucchero semolato

8/10 gr di lievito di birra

250 gr di latte

stecca di vaniglia

Per decorare:

latte q.b.

zucchero semolato q.b.

acqua q.b.

Preparazione:

In una ciotola inseriamo il latte tiepido e il lievito facciamolo sciogliere, in un’altra versiamo le farine e mescoliamole, uniamo anche la margarina morbida, lo zucchero, i semi di vaniglia e il latte con il lievito ormai sciolto, iniziamo a lavorare con una forchetta e poi mani in pasta, dovremo ottenere un panetto soffice ed elastico, mettiamolo in una ciotola coperta con della pellicola fino al raddoppio. Una volta raddoppiato l ‘impasto formiamo prima dei panetti e poi dei bastoncini che attorcigliermo su se stesso dando la forma di una treccina. Sistemiamole su di una teglia ricoperta di carta forno e lasciamole lievitare ancora 30 minuti. Prima di infornarle spennelliamole con un pò di latte, forno a 180° per 20 minuti, ancora calde con un pennello bagniamole con un pò di acqua e rotoliamole nello zucchero semolato.

Pesche dolci

Per realizzare queste magnifiche pesche dolci per la base ho seguito la ricetta di Sonia Peronaci bravissima chef , sono morbidissime e si sciolgono in bocca, per la crema ci possiamo sbizzarrire come vogliamo io ho preparato la mia ricetta alla vaniglia, possiamo anche optare per la crema al cioccolato o addirittura bigusto, sono sempre eccezionali.

Ingredienti:

375 gr di farina 00

100 gr di burro a temperatura ambiente

3 uova medie a temperatura ambiente

125 gr di zucchero semolato

1 bacca di vaniglia

8 gr di lievito in polvere per dolci

1 pizzico di sale

Crema pasticcera alla vaniglia

Foglioline di menta o le trovi nei negozi per dolci

Pirottini di carta

Per la bagna:

300 gr di Alchermes

Preparazione:

Preparariamo le cupolette, nella ciotola della planetaria (oppure tutto a mano o con sbattitore elettrico) inseriamo il burro e lo zucchero e lavoriamo qualche minuto fino ada ottenere un composto chiaro e spumoso, continuiamo inserendo le uova, la vaniglia e il pizzico di sale, per ultimo versiamo la farina e il lievito setacciati, lavoriamo fino ad ottenere un composto liscio e omogenio. Versiamo l’impasto sulla spianatoia e ricaviamone delle palline del peso di 25 gr l’una , disponiamole sulla leccarda del forno otterremo circa 28 palline, inforniamo a 175° per 15 minuti, le palline devono solo dorarsi. Sforniamole e facciamole intiepidire, quando sono ancora calde creiamo un incavo. Nel frattempo che le palline cuociono prepariamo la crema pasticcera come da mia ricetta ( o prepariamo la nostra) mettiamo nella sac a poche e teniamo in frigorifero. In un piatto prepariamo l’alchermes e in un altro lo zucchero semolato, riempiamo ora le semisfere con la crema pasticcera (io abbondo) e uniamole come per formare un bacio, intingiamole nell’alchermes velocemente per non farle ammormidire troppo e poi nello zucchero semolato , adagiamole nel pirottino di carta e decoriamole con una fogliolina di menta o comprate nei negozi per dolci, facciamole riposare prima di servirle.

Preparazione:

Tarallini al vino bianco con esubero di lievito madre

Uno snack semplice e veloce da preparare con pochissimi ingredienti, non hanno bisogno di lievitazione, friabili e saporiti si conservano per diversi giorni, la pasta madre li rende profumati, si sgranocchiano in qualsiasi momento della giornata, pucciati nel vino sono eccezionali !

Ingredienti:

250 gr di farina 00

50 gr di semola di grano duro

100 gr di esubero di lievito madre

100 ml di vino bianco

100 ml di olio extravergine di oliva

8 gr di sale

Ti potrebbero interessare anche : Tarallini al vino bianco e finocchietto (con lievito madre)

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria inseriamo il lievito madre a pezzetti e il vino bianco, lavoriamo a velocità media fino a quando non si scioglierà, uniamo anche l’olio e man mano anche le farine, infine il sale, continuiamo a lavorare sempre a media velocità fino ad ottenere un impasto omogeneo. Portiamo l’mpasto su un piano di lavoro e lavoriamolo ancora con le mani, formiamo una palla e lasciamola riposare 15/20 minuti. Trascorso il tempo riprendiamolo e ricaviamone delle palline di almeno 25 grammi, creiamo dei bastoncini e arrotolimoli su se stessi creando degli anelli, possiamo comunque dare la forma che più ci piace. Adagiamoli uno vicino all’altro su una teglia rivestita di carta forno, inforniamo a forno ventilato per 25/30 minuti, quando saranno dorati tiriamoli fuori.

Se durante la lavorazione ci rendimo conto che l’impasto risulta duro uniamo un altro dito di vino (ma con queste dosi non sarà necessario)

Se non si possiede la planetaria, prepariamo i tarallini su un piano di lavoro, pratichiamo la fontanella e al centro nello stesso ordine inseriamo tutti gli ingredienti.

Pastiera napoletana con crema pasticcera

La Pastiera napoletana è un dolce buonissimo della Regione Campana, morbido e profumato una vera delizia che allieta la nostra tavola Pasquale, simbolo di rinascita si preparara il giovedì Santo…semplicemente Fantastica.

Ingredienti:

Per la frolla:

350 gr di farina 00

150 gr di fecola di patate

200 gr di zucchero semolato

250 gr di burro a pezzetti

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

1 pizzico di sale

3 tuorli

1 uovo intero

Per il ripieno:

350 gr di grano cotto

150 gr di latte

1 noce di burro

350 gr di ricotta di pecora

2 fialette di fiori d’arancio

3 uova intere

1 pizzico di sale

200 gr di zucchero semolato

200 gr di crema pasticcera

80 gr di buccia candita di arance

1 arancia la scorza grattugiata

1 limone la scorza grattugiata

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Preparazione:

Per prima cosa prepariamoci la crema pasticcera e teniamola da parte se vuoi la ricetta la trovi

Crema pasticcera alla vaniglia

Prepariamo la frolla, uniamo le due farine e mescoliamole, formiamo la fontana e inseriamo al centro lo zucchero, il sale, i tuorli, l’uovo intero la vaniglia, il pizzico di sale e la scorza del limone e il burro a pezzetti e lavoriamo fino ad ottenere un impasto uniforme, teniamola in frigo fino all’utilizzo.

Prepariamo il ripieno: in un pentolino versiamo il grano, il latte, la noce di burro e il pizzico di sale., mettiamo sul fuoco e facciamo ammorbidire, una volta pronto lasciamolo raffreddare. In una ciotola mettiamo la ricotta setacciata, lo zucchero e mescoliamo, la crema pasticcera, l’arancia candita, il grano raffeddato e le uova sbattute, mettiamo anche i fiori d’arancio, l’estratto di vaniglia e la scorza gattugiata di una arancia e di 1 limone, amalgamiamo il tutto. Stendiamo la pasta frolla in una tortiera conservandoci un pò di pasta per le strisce, riempiamola con la crema ottenuta e decoriamola con le strisce di frolla rimaste formando dei rombi.

Inforniamo a 170° per circa 60 minuti.

Cassatelle siciliane con crema di ricotta

Dolce tipico della gastronomia siciliana in particolare del trapanese, si preparano nel periodio di Carnevale, pare che la cassatelle più buone siano quelle di Castellammare del Golfo posto incantevole, quando ci ritornerò le assaggerò sicuramemte…troppo buone dicono…ma anche le mie!!!

Ingredienti per 12 cassatelle:

Per l’impasto:

500 gr di farina 00

100 gr di zucchero semolato

50 gr di strutto

1 limone scorza e 2 cucchiai di succo

100 ml di marsala

olio di semi di arachidi per friggere

zucchero a velo per spolverizzare

1 albume

Per la crema di ricotta:

500 gr di ricotta di pecora (se non piace quella vaccina va bene)

200 gr di zucchero semolato

gocce di cioccolato q.b.

Preparazione:

Prepariamo la crema. passiamo al setaccio la ricotta dopo averla fatta sgocciolare per bene, lasciamola cadere in una ciotola, uniamo lo zucchero e lavoriamola delicatamente fino ad ottenere una crema liscia ed omogena, uniamo le gocce di cioccolato e mescoliamo ancora, teniamola in frigo coprendola con della pellicola fino all’utilizzo. Sul piano di lavoro formiamo una fontana con la farina setacciata, pratichiamo un buco al centro e mettiamo lo zucchero, la scorza del limone e i due cucchiai di succo e amalgamiamo, uniamo lo strutto e anche il marsala e comnciamo ad amalgamare con una forchetta il tutto, poi continuiamo con le mani e lavoriamo l’impasto fino ad ottenere un composto liscio e compatto, facciamo riposare una mezz’oretta. Intanto prepariamoci il matterello o la macchinetta della pasta per ricavare delle sfoglie sottili. Con un coppapasta otteniamo dei cerchi e riempiamoli con un cucchiaino di crema di ricotta, chiudiamoli e per farli aderire bene spennelliamo i bordi con un pò di albume e poi con i rebbi della forchetta sigilliamo la cassatella. Friggiamole in abbondante olio bene caldo per qualche minuto fino a quando non doreranno, facciamole scolare su della carta per fritti e sistemiamoli in un vassoio, completiamo con lo zucchero a velo.